Regali Natale 2021: idee regalo originali per amici e parenti

idee regalo natale 2021

Mancano esattamente 38 giorni a Natale ed è già iniziata la corsa ai regali di Natale 2021. Pensate che secondo recenti statistiche il 21% delle persone che abitano nell’area EMEA (Europa, Medio Oriente ed Africa) ha iniziato a pensare allo shopping natalizio a Giugno. Tutto questo è dovuto in gran parte all’emergenza Covid che ha portato ad anticipare gli acquisti in virtù di possibili chiusure o ritardi nelle consegne per chi acquista on line. Quindi in sostanza siamo in super ritardo con le nostre proposte per i regali di Natale!!

LEGGI ANCHE: Calendario dell’Avvento: come nasce la tradizione

Come sapere la nostra attività principale è quella di proporre articoli principalmente dedicati alle decorazioni per feste, compleanni, battesimi, matrimonio, Natale o Pasqua. Ma lo scorso anno abbiamo aggiunto una piccola selezione di oggetti da regalare ad un prezzo decisamente abbordabile per tutti. Ma attenzione il prezzo competitivo non sempre è sinonimo di bassa qualità e questo ci teniamo in maniera particolare.

La possibilità di poter offrire prodotti a prezzi economici deriva da una continua e costante ricerca del prodotto giusto ad un prezzo altrettanto giusto. Certo non vendiamo oro né pietre preziose, ma se siete alla ricerca di regali per Natale 2021 date un’occhiata alla nostra gallery e ricordate che ogni oggetto arriva all’indirizzo desiderato completo di confezione regalo. La confezione regalo è sempre composta da sacchetto in tulle o velluto, cartolina di auguri, sacchettino di carta, biglietto di auguri ed adesivo per chiudere il tutto. Ovviamente l’articolo arriva aperto e va assemblato così da verificarne lo stato. Ecco qualche proposta che troverete nella sezione dedicata ai regali Natale 2021.

IDEE REGAO NATALE 2021

Scopri il BLOG di DECORA LE FESTE

La tradizione dell’Elfo sulla mensola: la storia

storia elfo sulla mensola

Avete mai sentito parlare della storia dell’Elfo sulla mensola o Elf on the Shelf per dirla all’americana, dove la storia è nata? Bene, se avete voglia di scoprire come è nata questa simpatica e divertente tradizione di Natale, non vi resta che continuare a leggere.

Tra le tradizioni legate al periodo Natalizio, negli ultimi anni sta crescendo sempre di più quella degli elfi birichini di Babbo Natale, che vengono adottati dalla famiglie, con il compito di controllare chi in casa fa il bravo e chi no. Non solo, gli elfi di Babbo Natale organizzano anche tanti scherzi divertenti, soprattutto durante la notte, quando tutti sono a letto e dormono.

Tutto inizia con un libro intitolato The Elf on the Shelf: A Christmas Tradition, scritto nel 2004 da Carol Aebersold e Chanda Bell, due autrici statunitensi. Il libro racconta una storia di natale, scritta in rima, che spiega chi è Babbo Natale e si concentra soprattutto sui suoi fidati elfi. Questi fanno visita ai bambini di tutto il mondo, dal giorno del Ringraziamento fino alla vigilia di Natale per “controllare” e riferire poi tutto a Babbo Natale.

Leggi anche: Soldatino schiaccianoci: storia della decorazione di Natale

Cosa fare una volta adottato l’elfo

La prima cosa da fare una volta che la famiglia ha adottato un elfo è … dargli un nome. Senza nome l’elfo non avrà i poteri magici. Come scritto sopra, il compito principale dell’elfo è quello di controllare come si comportano i bambini per poi  riferirlo a Babbo Natale, perché proprio da questo dipenderanno i regali.

L’elfo è molto dispettoso ed ogni giorno si nasconde in qualche posto diverso della casa e quando i bambini si svegliano devono subito correre a cercarlo ma…non devono assolutamente toccarlo, altrimenti perderà tutti i suoi poteri. Ma quindi nessuno può toccare l’elfo di Babbo Natale? Beh…qualcuno si. Solo gli adulti possono toccare l’elfo ma per farlo devono indossare un paio di guanti.

Di giorno l’elfo rimane immobile ed osserva con attenzione come si comportano i bambini, che possono parlare con lui, raccontargli storie, confidarsi e magari anche esprimere i loro desideri sui regali di Natale. Durante la notte…quando tutti dormono l’elfo inizia il suo lungo viaggio fino al Polo Nord per raccontare come si sono comportati i bambini a Babbo Natale. Ma attenzione, per poter compiere questo viaggio l’elfo ha bisogno di una porticina magica, che gli permetterà di compiere il viaggio velocemente così da rientrare in casa in tempo per il risveglio dei bambini.

La caratteristica fondamentale dell’Elfo di Babbo Natale è però quella di essere molto dispettoso e di fare tantissimi scherzi: lascia impronte sul pavimento, nasconde oggetti e biscotti, rovescia farina e zucchero o si diverte ad organizzare cacce al tesoro sistemando strani cartelli per tutta la casa.

Quando arriva la vigilia di Natale l’Elfo deve andar via dalla casa, ma ritornerà l’anno successivo. Il 24 dicembre i bambini possono finalmente toccare il loro Elfo di Babbo Natale per abbracciarlo e salutarlo. Il giorno di Natale l’elfo lascia una letterina per salutare tutti e per dare appuntamento alla famiglia per l’anno successivo.

Inutile dire come la tradizione dell’elfo sulla mensola abbia conquistato tutti, soprattutto gli adulti che si divertono a preparare scherzi e a nascondere l’elfo nei posti più impensati della casa. Con il passare del tempo, l’elfo è diventato sempre più esigente, ed oltre alla porticina per andare da Babbo Natale ha iniziato ad avere una sistemazione sempre più comoda in casa…con letto, altalena, vestiti ed accessori vari.

Visita la nostra pagina dedicata all’Elfo di Babbo Natale.

Soldatino schiaccianoci: storia della decorazione di Natale

storia del soldatino schiacchianoci

Alzi la mano chi di noi non ha in casa un soldatino Schiaccianoci. E se questo oggetto è tra le decorazioni natalizie più vendute e ricercate, in pochi sanno come nasce la tradizione. Erroneamente si pensa che la figura del soldatino nasca dal celebre balletto di Cajkovski, che spesso viene messo in scena il giorno di Natale. Niente di più sbagliato.

Leggi anche:

Cracker di Natale cosa sono e come si utilizzano

Arrivo di Babbo Natale: come organizzare al meglio la notte più magica dell’anno

Ma allora qual è l’origine dello Schiaccianoci? Si racconta che una popolazione tedesca che abitava al confine dell’attuale Repubblica Ceca, nella zona dei monti metalliferi, decise di opporsi alle truppe tedesche che occupavano il territorio e che imponevano tasse alte ed ingiuste, con una singolare protesta.

Crearono un soldato di legno di grandi dimensioni, capace di schiacciare noci. Questa strana ribellione con il tempo diventò invece un affare molto serio e portò alla nascita di una delle tradizioni natalizie più importanti della Germania. Il soldatino Schiaccianoci oggi è uno dei simboli più importanti del paese e la realizzazione artigianale è molto diffusa.

Gli schiaccianoci in legno più pregiati vengono prodotti in Turingia, nella Germania centrale. Con il passare del tempo i soldatini sono stati creati anche come decorazioni da appendere all’albero di Natale e le varianti sono tantissime, come quella del soldatino Schiaccianoci Re, Babbo Natale o spazzacamino. Quest’ultima è considerato un vero e proprio portafortuna. Wilhelm Fucher è conosciuto come il padre dello Schiaccianoci ed è colui che ha iniziato la produzione a livello commerciale.

airloonz natale

Di solito lo Schiaccianoci è realizzato con legno di acero, tiglio o faggio, essiccato e lasciato indurire per diversi anni. Poi vengono intagliati e assemblati pezzi di diverse forme, poi dipinti a mano. Le figure tradizionali sono quelle del “Re” e del “soldatino”. Nel dopoguerra con la divisione della Germania, ad Ovest si sono diffusi schiaccianoci rappresentati in base alle professioni. Recentemente sono state create anche figure femminili, utilizzando anche diversi materiali.

Tra i più raffinati e curati nei dettagli ci sono al primo posto quelli realizzati dalla soffieria polacca Komozja. Piccoli capolavori racchiusi in un box in legno nelle tre varianti natalizie del Re, della Guardia e di Babbo Natale.

Scopri la nostra pagina dedicata al Natale

Calendario dell’avvento: come nasce la tradizione

adesivi calendario avvento

Il Natale non è solo regali ed auguri, ma è soprattutto attesa per la nascita di Gesù. E siccome molti bambini non vedono l’ora che arrivi il Natale per scartare i tanto attesi regali portati da Babbo Natale, c’è un’altra divertente tradizione da seguire per smorzare questa attesa, quella del Calendario dell’Avvento.

LEGGI ANCHE

Cracker di Natale cosa sono e come si utilizzano

Arrivo di Babbo Natale: come organizzare al meglio la notte più magica dell’anno

Un tempo i regalini da aprire ogni giorno era rappresentati da mandarini, dolci e piccoli cioccolatini, oggi il Calendario dell’Avvento contiene di tutto e di più e si presenta in una gran quantità di versioni, per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Ma come nasce la tradizione del Calendario dell’Avvento? E’ italiana o l’abbiamo importata da qualche posto lontano? Il Calendario dell’Avvento non è stato inventato in Italia, bensì in Germania, grazie a Gerhard Lang, un editore, nei primi del ‘900.

La storia racconta che l’idea gli venne pensando alla sua infanzia, quando la mamma gli preparava tanti piccoli sacchetti, contenenti ognuno un biscotti speziato. Il suo primo Calendario dell’Avvento era un normale calendario con un disegno diverso per ogni giorno del mese di Dicembre. Successivamente aggiunse delle finestrelle e mise al loro interno piccole figure religiose di carta, da ritagliare ed incollare. Poi il Calendario dell’Avvento di Lang, diventò quello che tutti oggi conosciamo, e, al posto delle figure di carta, furono messi cioccolatini e biscotti.

adesivi calendario avvento

Oggi di Calendari dell’Avvento ce ne sono tantissimi ed alcuni davvero stravaganti, basti pensare al Berry Christmas, che contiene 24 birre diverse, provenienti da 28 birrifici di 14 diversi paesi! E poi ancora Calendari dell’Avvento con cioccolatini, candele, tè e molto altro ancora. E se questi calendari sono ovviamente dedicati agli adulti, cosa possiamo preparare per i bambini, i veri protagonisti del Natale?

Anche per loro, ovviamente, c’è l’imbarazzo della scelta, ma a nostro avviso il Calendario dell’Avvento per bambini più bello è quello realizzato da mamma e papà. Alcuni genitori, soprattutto mamme dalla mani d’oro, amano realizzare il calendario da sole, e quindi cuciono deliziosi sacchettini natalizi, sui quali poi applicano i numeri del mese.

Per chi non ha invece dimestichezza con ago e cucito, consigliamo i kit calendari dell’avvento pronti. Nel nostro negozio ad esempio, troverai due tipi di calendari dell’avvento, ognuno di questi è composto da 24 bustine di cartone e 24 adesivi chiudi pacco. Eccoli, clicca sull’immagine tutti i dettagli.

calendario avvento
calendario avvento

Se invece hai già dei sacchettini pronti, puoi sempre pensare di scegliere solo gli adesivi del calendario dell’avvento. Ecco quelli che abbiamo noi. Clicca sull’immagine per scoprire tutti i dettagli.

adesivi di natale
adesivi di natale
adesivi di natale
adesivi di natale

Cosa puoi mettere dentro le finestrelle del Calendario dell’Avvento? Prima di tutto ti diciamo che se acquisti un set di adesivi o il kit calendario dell’avvento, due giocattoli da inserire te li regaliamo noi, oltre a questi potresti mettere cioccolatini, biscotti, monetine per il salvadanaio, piccoli libricini di Natale, macchine o matite per colorare.

Messaggio personalizzato babbo natale gratis

videochiamata babbo natale

Natale è magia, Natale è regalo, Natale è famiglia, Natale è sorpresa…

Ogni anno i genitori di tutto il mondo, vorrebbero che il Natale imminente fosse il più bello ed indimenticabile di sempre. Un po’ tutti pensano che … prima o poi non ci crederà più … e finché ci crede sarà bellissimo !!!

LEGGI ANCHE

Cracker di Natale cosa sono e come si utilizzano

Carote o fieno per le renne di Babbo Natale?

Impazziamo nel nascondere i regali nei luoghi più impensati della casa, perché più diventano grandi e più si insospettiscono ed iniziano a cercare ovunque. Ci ingegniamo a trovare le risposte più assurde quando arriva la fatidica domanda “Ma Babbo Natale esiste?”… ma nonostante tutto questo ogni anno quando arriva Dicembre, genitori che in maniera accanita ancora si ostinano a credere a Babbo Natale, fanno di tutto per stupire i loro bambini.

Ed in tutta onestà, a noi di Decora le Feste questo atteggiamento piace da impazzire e non a caso, abbiamo messo in negozio le impronte di Babbo Natale, le impronte dei folletti di Babbo Natale e ancora le impronte di Babbo Natale e le sue renne…così da accontentare tutti. Ma non solo, perché mettere un semplice piatto di biscotti e latte per Babbo Natale, quando puoi averne uno da personalizzare?

Ma ritorniamo all’oggetto del nostro articolo, il messaggio personalizzato per Babbo Natale gratis. Se da un lato vorremmo regalare ai nostri bambini la luna, dall’altro a volte vorremmo da parte loro meno capricci, più attenzione ai compiti etc. etc. ed allora ecco l’idea… “io ti compro la luna, ma tu mi prometti davanti a Babbo Natale di….”

Ecco allora che UGroupMedia Inc. è l’orgoglioso produttore canadese di PNP, che sta per Polo Nord Portatile, che permette di realizzare video magici personalizzati grazie ad una tecnologia decisamente all’avanguardia. Collegandosi al sito di PNP è possibile creare video e chiamate completamente gratuite da far arrivare ai nostri bambini a Natale. Se poi si volessero aggiungere dettagli maggiori, ovviamente si passa alla versione premium a pagamento.

L’utilizzo è veramente facile. Per prima cosa occorre scegliere tra i video e le chiamate disponibili e poi si seguono le istruzioni, tipo il nome del bambino/a etc e si arriva alla fine. Attenzione per il momento i video sono gratuiti mentre le chiamate sono a pagamento. Alla fine dell’inserimento vi verrà chiesto l’indirizzo e-mail a cui inviare il video.

Deciderete poi voi quando dire ai vostri bambini…”ops mi è arrivato un video di Babbo Natale per voi…”

Se ti interessa la nostra gallery di idee con i prodotti di Natale ecco il link

LAVORETTI HALLOWEEN: FACILI E VELOCI

Halloween non è solo decorazioni mostruose, dolcetto o scherzetto e dolci, ma anche simpatici e divertenti lavoretti da fare a scuola o a casa. In questa gallery abbiamo raccolto dei lavoretti di Halloween per bambini decisamente facili e veloci, da copiare o personalizzare. Buon divertimento!

Leggi anche

Halloween decorazioni e perchè si festeggia in Italia

Dolcetti Halloween facili: biscotti mostruosi

Come puoi vedere la maggior parte di questi lavoretti di Halloween non hanno bisogno di spiegazioni particolari ed i materiali sono facilmente reperibili. Se vuoi vedere gli adesivi di Halloween per impreziosire e rendere ancora più speciali i lavoretti clicca qui

Dolcetti Halloween facili: biscotti mostruosi

Ci siamo quasi, si avvicina la notte più paurosa dell’anno e dopo un paio di anni di stop dovuto al Covid, finalmente il 31 Ottobre 2021 grandi e piccini potranno tornare a mascherarsi e a popolare le vie della città a suon di “Dolcetto o scherzetto” in occasione di Halloween.

Sono tantissimi i dolcetti di Halloween da preparare, magari assieme ai bambini, ma visto il poco tempo che molti di noi hanno a disposizione tra i mille e più impegni quotidiani, ecco una ricetta facile e veloce per preparare gustosi, buonissimi e mostruosi dolcetti di Halloween suggerita da Simona Mirto su tavolartegusto.it

BISCOTTI DI HALLOWEEN

Preparazione: 20 minuti (40 minuti di posa per la pasta frolla) – Cottura: 12 minuti

Ingredienti per 30 biscotti circa

  • 330 gr farina ’00
  • 200 gr di burro freddo di frigo
  • 133 gr di zucchero a velo non vanigliato
  • 3 tuorli piccoli oppure 2 grandi
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia e/o 1/2 bacca di stecca di vaniglia in alternativa  1/2 bustina di vanillina
  • un pizzico di sale
  • 200 gr circa di nutella (oppure marmellata) per farcire
  • 200 gr di cioccolato fondente per decorare

Preparazione: come fare i biscotti di Halloween

Prima di tutto preparate la pasta frolla. Potete procedere a mano oppure con un mixer.

Disponete la farina a fontana e al centro il burro a pezzetti freddo di frigo, con una forchetta amalgamate burro e farina velocemente fino a creare una sabbiatura. Aggiungete lo zucchero, il sale, la buccia di limone, la vaniglia e le uova. Amalgamate gli ingredienti con una forchetta ed impastate velocemente fino a formare un panetto.

Appiattite la palla e avvolgetela in una pellicola per alimenti, ponetela in frigo per almeno 40 minuti.

Stendete la pasta frolla con l’aiuto di un mattarello infarinato, fino a realizzare uno spessore di 3 mm. La sfoglia deve essere fredda, altrimenti è necessario riporla in frigo. Una volta stesa, intagliate tanti cerchi di circa 7 cm e nella metà dei cerchi create gli occhi con l’aiuto di una cannuccia o di un tappo di una penna.

Mano mano che li realizzate disponete i vostri biscottini halloween in una teglia foderata di carta da forno:

nfine riponete in frigo a rassodare per almeno 20 minuti, intanto accendere il forno a 180°

Cuocete circa 12 minuti nella parte media del forno a 180° statico.

I biscotti non devono risultare bruniti, ma chiari!

Fate raffreddare fuori dalla teglia.

Intanto fondente il cioccolato e lasciate intiepidire. Deve risultare cremoso per fare le decorazioni e non caldissimo!

Infine, Inserite in una sac a poche con un buco di 2 mm e create naso e bocca tipica dei teschi:

Se avete realizzato i biscotti a forma di zucca disegnate la classica bocca dentata; nei fantasmi invece aggiungete una O larga che simula la bocca!

Lasciate asciugare le decorazioni di cioccolato completamente! Infine, aggiungete nel cerchio non decorato al contrario un cucchiaio di nutella, accoppiate i biscotti ed ecco pronti i Biscotti di Halloween!!

Come organizzare un anguria party

Se stai cercando qualche idea per organizzare un freschissimo anguria party stai leggendo l’articolo giusto. Finalmente è arrivata l’estate e con essa anche tanto caldo ed afa, e per i nati nei mesi estivi o per chi adora organizzare feste a tema, la festa a tema anguria è la scelta giusta. Ma vediamo nello specifico come organizzarsi al meglio.

LISTA INVITATI

Per prima cosa fai una lista delle persone che vuoi invitare alla festa ed assicurati che siano adatte a festeggiare il party con il giusto spirito. Non c’è niente di più triste, che aver lavorato tanto e aprire la porta di casa a persone che proprio non riescono a fare un piccolo complimento. Quindi niente criticoni o chiacchieroni, solo tanta energia positiva.

INVITO

Una volta fatta la lista devi creare un invito appropriato. Grazie ad esso tutti sapranno la data, l’ora ed il luogo del party a tema anguria. Chiedi sempre che ti diano conferma della loro presenza, in poche parole non dimenticare di scrivere R.S.V.P. (“Rispondete, per favore”).

Per fare l’invito non è assolutamente necessario essere grafici specializzati. Per realizzare progetti grafici molto interessanti, alcuni a pagamento ed altri no, suggerisco Canvas. Si deve prima di tutto scegliere tra i vari formati disponibili, poi decidere la grafica, modificare i dati, scaricare il progetto e mandarlo agli invitati. Ecco alcune idee gratuite da utilizzare. Ho scritto sullo spazio ricerca in alto, la parola anguria.

DECORAZIONI

Ma ora passiamo alle decorazioni. Sicuramente i palloncini sono i protagonisti indiscussi di qualsiasi festa. Sono colorati e rendono l’ambiente immediatamente giocoso e festaiolo. I palloncini a forma di anguria, che potete visionare presso il nostro e-commerce, possono essere utilizzati sia singolarmente che assieme ad altri palloncini.

Se avete finestre o porte che si affacciano sul luogo della festa, potete pensare di sistemarli su questi ed utilizzare dei grandi fiocchi di tulle per fermarli. Oppure potete utilizzarli assieme ad altri palloncini colorati per creare decorazioni, centro tavola o semplicemente per metterli in qualche angoletto.

Arredano molto anche le bandierine a forma di anguria che consigliamo di sistemare con le classiche lucine, quelle di Natale per intenderci. Al calar del sole l’effetto sarà particolarmente interessante e creerà un’atmosfera estiva davvero suggestiva.

Se avete spazio, potete organizzate un angoletto bar. Decorate i bicchieri con gli immancabili ombrellini di carta. Per le tovaglie ed i tovagliolini puntate sul pois, l’accostamento è deliziosamente azzeccato.

Se ti è piaciuto l’articolo, aiutaci a crescere e condividilo. Grazie

San Valentino nel mondo: curiosità e tradizioni

Mancano pochissimi giorni alla festa più dolce dell’anno. Stiamo parlando di San Valentino, la festa degli innamorati che si festeggia il 14 febbraio. Ma se conosciamo più o meno tutto su come si festeggia in Italia, poco o quasi niente conosciamo, su cosa succede nel resto del mondo.

Ecco allora che abbiamo raccolto curiosità e tradizioni dei i vari paesi il giorno di San Valentino. Negli Stati Uniti San Valentino non è solo la festa degli innamorati, ma di tutta la famiglia, perché viene considerata la festa di “chi si vuole bene”. I bambini preparano bigliettini e dolcetti da scambiare con genitori, nonni, compagni di classe, maestre ed amici.

LEGGI ANCHE:

Idee biglietto San Valentino fai da te

Lavoretti San Valentino 2021 bambini

In Inghilterra sono famosissimi i bigliettini romantici da mandare alla persona amata, che vengono chiamati Valentine. Il mittente deve assolutamente rimanere anonimo, così da rendere il messaggio ancora più romantico e segreto.

In Corea del Sud, ma anche in Giappone sono le ragazze a fare il primo passo. Il giorno di San Valentino sono solite regalare ai ragazzo di cui sono interessate del cioccolato. Se il ragazzo è interessato, dopo un mese contraccambia con altro cioccolato.

In Irlanda invece si indossa un anello molto particolare, il Claddagh Ring. E’ un anello con un cuore tenuto da due mani e a seconda di come viene orientato significa single o impegnato. Anche in Irlanda, come in Italia si organizzano cene romantiche e si scambiano regali, ma soprattutto ci si scambia in gran segreto, cartoline con frasi d’amore, in omaggio alle coppie che tanti anni fa, si sono sposate sotto la persecuzione sfidando il governo.  

In Brasile San Valentino si festeggia a Carnevale e quindi il 12 giugno e si chiama Dia dos enamorados. La loro tradizione è molto simile a quella italiana e si regalano cioccolatini, bigliettini, fiori e si esce per cena. Ma, seguendo il classico spirito brasiliano, si organizzano feste per le strade della città con musica e balli ed i single preparano dei rituali particolari, sperando per l’anno seguente di trovare l’anima gemella. Le donne single invece, tengono per tutto il giorno una statuetta di Sant’Antonio, protettore dei matrimonio, pregandolo di aiutarle a sposarsi.

In Sudafrica San Valentino è molto atteso, perché finalmente gli uomini scoprono chi si interessa a loro, le ragazze infatti si cuciono sulla manica del vestito il nome del ragazzo che amano. In Estonia il giorno di San Valentino coincide con il giorno degli amici e si festeggia appunto con gli amici anziché con i fidanzati.

Ma se la festa degli innamorati si festeggia un po’ in tutto il mondo, ci sono dei paesi che invece non festeggiano, come in Russia e negli altri stati dell’ex Unione Sovietica di religione ortodossa. I governi hanno infatti vietato questa festa perché non prevista nel loro calendario religioso.

Scopri tutte le decorazioni ed i palloncini di San Valentino.